Corso di Laurea in Ingegneria Elettronica - Università di Roma "La Sapienza"

Corso di Fondamenti di Informatica - A.A. 2001/2002

Prima Esercitazione Autoguidata


1. AVVIO DEL CALCOLATORE E DELL'AMBIENTE LCC-WIN32

All'inizio della sessione di lavoro appare una finestra di login centrata sullo schermo.

Normalmente, per accedere ad un calcolatore del laboratorio è necessario inserire il proprio username (nome caratteristico dell'utente) e scrivere la propria password (cioè la parola che, in teoria, è nota solo all'utente e senza la quale non sarà consentito l'accesso). Per gli studenti di questo corso, lo username è il numero della macchina (preimpostato) e la password è vuota. Basta quindi premere il tasto Invio per far scomparire la finestra e iniziare a lavorare.

A questo punto appare a tutto schermo il desktop, cioè la "scrivania di lavoro" contenente riferimenti grafici (icone). Ad ogni icona corrisponde un programma memorizzato nella memoria secondaria, o una directory della memoria secondaria. Le icone di nostro interesse per il corso sono quella etichettata con il nome "Internet Explorer" e quella con etichetta relativa al programma LCC-Win32.

"Cliccando" due volte in rapida successione su una icona, si attiva il programma corrispondente (o si "apre", cioè si visualizza, la directory corrispondente).

Cliccare sull'icona relativa al programma LCC-Win32 per entrare nell'ambiente di programmazione.

NOTA: Nelle esercitazioni tenute in questo corso, assumiamo che siano note le modalità di attivazione di programmi e di utilizzo delle interfacce grafiche in ambiente Windows.

2. SCRITTURA DI UN PROGRAMMA

Una volta entrati nell'ambiente LCC-Win32, potete impostare un primo programma.

Selezionate il comando New File dal men¨ File. In questo modo viene visualizzata la finestra New File. Nella casella Name?, inserite il nome da assegnare al file, ad esempio primo.c, e selezionate OK. Viene così aperta la "finestra di EDIT" in cui potete scrivere il vostro programma. Il nome scelto per il file compare sulla barra contenente il titolo della finestra. Consideriamo ad esempio il programma seguente:

#include <stdio.h>

int main (void)
{
  int a, b, c, max;

  printf("Introdurre tre numeri interi\n")
  scanf("%d%d%d", &a, &b, &c);
  max = a;
  if (b > max) max = b;
  if (c > max) max = c;
  printf("Il massimo tra %d %d %d è %d\n", a, b, c, max);
  return 0;
}

Provate a copiare il programma, esattamente come è riportato sopra (esattamente, ossia carattere per carattere) sapendo che per correggere eventuali errori di scrittura potete utilizzare le funzioni del menù Edit (ad esempio, Undo, Cut, Copy, Paste).

3. SALVATAGGIO, COMPILAZIONE ED ESECUZIONE DEL PROGRAMMA

  1. Salvataggio del programma visualizzato nella finestra di EDIT

    Finora avete solo immesso il programma nella memoria RAM. Per trasferire il contenuto della finestra di EDIT nella memoria secondaria dovete salvare in un file con un dato nome il codice che avete scritto. Per ovviare ad un inconveniente di LCC-Win32 nella gestione del processo di compilazione e facilitare il successivo riutilizzo dei programmi sviluppati, ogni volta che scrivete un nuovo programma vi consigliamo di salvare i file relativi in una cartella creata appositamente per il programma.

    Procedete come segue.

    1. Create una nuova cartella ed assegnategli il nome Primo. In laboratorio vi consigliamo di creare la cartella nella directory che LCC-Win32 indica inizialmente come cartella corrente di lavoro (posta ad un valore di default). Per conoscere il nome ed il percorso della cartella corrente dovete utilizzare il comando Configuration del menù Project e selezionare la scheda General (il percorso della cartella corrente è indicato nella casella Current directory);
    2. Aggiornate il valore della la cartella corrente di lavoro indicando la nuova cartella creata. Per farlo procedete come al punto 1, modificate la casella Current directory e selezionate OK.
    3. selezionate il comando Save del menù File;

    A questo punto il file primo.c è stato salvato nella cartella che avete indicato come cartella corrente. Ricordare che se, dopo qualche correzione, vorrete salvare di nuovo il programma, basterÓ eseguire di nuovo il comando Save.

  2. Compilazione del programma visualizzato nella finestra di EDIT

    Prima di procedere alla compilazione è bene avere in mente che in LCC-Win32 ogni programma C deve essere associato ad un progetto. Il progetto Può essere creato in modo automatico alla prima compilazione del programma che si intende realizzare. In questo modo il file complilato viene direttamente associato al progetto, che a sua volta assume lo stesso nome del file (senza estensione).

    Per compilare selezionate il comando Compile primo.c dal men¨ Compiler. A questo punto il progetto viene creato ed aperto. Il nome del progetto creato è indicato sulla barra della finestra LCC-Win32. Non appena il file è compilato, nella directory corrente viene creata una nuova cartella, chiamata lcc, in cui vengono memorizzati i prodotti della compilazione. Se la compilazione ha successo, il compilatore segnala, nella finestra di compilazione (parte bassa dello schermo) primo.exe built successfully e nella cartella lcc vengono memorizzati i file primo.obj e primo.exe insieme ad altri file ausiliari.

    Se la compilazione del programma rivela degli errori o avvertimenti, i file primo.obj e primo.exe non vengono prodotti. In questo caso la finestra di compilazione riporta una lista contenente messaggi di errore o avvertimento. Un doppio click del mouse su un messaggio porta il cursore a posizionarsi automaticamente sulla parte di programma in cui è stato commesso l'errore, facilitando così la correzione.
    Una volta corretto l'errore occorre salvare di nuovo il file e poi ripetere loperazione di compilazione.
    (Notate che il programma contiene un errore, manca un ; dopo interi\n" ))

    Quando la compilazione ha avuto successo, si pu˛ eseguire il programma.

  3. Esecuzione del programma visualizzato nella finestra di EDIT e compilato

    Dal men¨ Compiler selezionare il comando Execute primo.exe. Il programma verrà eseguito e sarà visualizzata la finestra di esecuzione

    Il programma richiederÓ l'inserimento di tre numeri, che imposterete sulla tastiera confermando con Invio, quindi visualizzerÓ il massimo tra questi tre numeri.

    Provate ad eseguire il programma per diversi dati di input e a valutare gli output conseguenti.

4. ESECUZIONE PASSO-PASSO

Per attivare la modalità passo passo utilizzate il comando Debugger al posto del comando Execute primo.c dal menù Compiler. In tal modo si entra nell'ambiente di debugging, nel quale il menù Compiler viene sostituito dal menù Debug. A questo punto è possibile eseguire la modalità passo passo tramite il comando Step in del menù Debug. Questo comando può essere eseguito anche premendo il tasto F8.

La linea che sta per essere eseguita sarÓ evidenziata in giallo.

Provate ad eseguire passo-passo il programma fatto prima.

Notiamo che durante il debugging la finestra di esecuzione non è visualizzata in primo piano, ma è ridotta ad icona sulla barra degli strumenti. Clickando sull'icona della finestra di esecuzione è possibile portare la finestra in primo piano ed inserire i dati in input, quando richiesto dalla istruzione di lettura scanf.

Al termine dell'esecuzione passo passo vi verrà chiesto di selezionare la cartella in cui salvare i file prodotti durante la compilazione. Per proseguire si può selezionare indifferentemente OK o Annulla. L'esecuzione del passo successivo causa la chiusura dell'ambiente di debugging.
Se si desidera interrompere l'esecuzione passo passo del programma è possibile selezionare il comando Stop debugging del menù Debug.

5. USCITA DA LCC-WIN32

Terminato il lavoro è buona norma chiudere il progetto su cui si stava operando. A tale scopo, selezionate il comando Close del menù Project.
Se il programma che si trova nella finestra di edit è stato modificato dopo l'ultima volta che l'avete salvato, vi verrÓ richiesto se volete salvare (premendo il tasto Save All) o no (premendo il tasto Forget) le ultime modifiche.

A questo punto potete utilizzare di nuovo il men¨ File per uscire dall' ambiente LCC-Win32 : è sufficiente selezionare il comando Quit.

6. RIENTRO E RIESECUZIONE DEL PROGRAMMA

In LCC-Win32, se si vuole modificare o eseguire un programma realizzato in precedenza e già memorizzato su disco occorre aprire il progetto associato al programma. Per aprire un progetto si può utilizzare il comando Open del menù Project, che consente di effettuare una selezione da una lista di progetti esistenti.

Provate a riaprire il programma fatto prima e ad eseguirlo nuovamente.

7. ESERCIZIO FACOLTATIVO

Scrivete un programma che legge i coefficienti a, b, c e calcola gli zeri dell'equazione quadratica a * x^2 + b * x + c = 0. A seconda del segno del discriminante b^2 - 4 * a * c il programma deve stampare le due soluzioni reali distinte, la soluzione reale doppia, o le due soluzioni complesse coniugate.