Prima Esercitazione Autoguidata

AttivitÓ contenute nell'esercitazione:
  1. AVVIO DEL CALCOLATORE E DELL'AMBIENTE TURBOC

  2. SCRITTURA DI UN PROGRAMMA

  3. SALVATAGGIO, COMPILAZIONE ED ESECUZIONE DEL PROGRAMMA

  4. ESECUZIONE PASSO-PASSO

  5. USCITA DAL TURBO C

  6. RIENTRO E RIESECUZIONE DEL PROGRAMMA


1. AVVIO DEL CALCOLATORE E DELL'AMBIENTE TURBOC

All'inizio della sessione di lavoro appare una finestra di login centrata sullo schermo.

L'accesso al calcolatore Ŕ permesso solo agli utenti autorizzati (dotati di un account).
Normalmente, l'utente dotato di un account scrive la propria username(nome caratteristico dell'utente) e scrive la propria password (cioŔ la parola che, in teoria Ŕ nota solo all'utente e senza la quale non sarÓ consentito l'accesso).

Per gli studenti lo username Ŕ "studenti" e la password Ŕ vuota. Basta premere il tasto Invio (sul tasto potrebbe esserci "" o Return, o Enter) per far scomparire la finestra e iniziare a lavorare.

A questo punto appare a tutto schermo il desktop, cioŔ la "scrivania di lavoro" contenente riferimenti grafici (icone). Ad ogni icona corrisponde un programma memorizzato nella memoria secondaria, o una directory della memoria secondaria. Le icone di nostro interesse per il corso sono quella etichettata con il nome "Internet Explorer" e quella etichettata con "TC".

"Cliccando" due volte, in rapida successione su una icona si attiva il programma corrispondente (o si "apre", cioŔ si visualizza, la directory corrispondente).

Cliccare sull'icona TC per entrare nell'ambiente di programmazione TurboC

Se si volesse ingrandire a tutto schermo la finestra TurboC:

tenendo premuto il tasto ALT digitare [contemporaneamente] Invio
(per tornare alla visualizzazione precedente premere nuovamente ALT e Invio)


Un ambiente di programmazione, Ŕ un software che consente (principalmente) di

  1. scrivere programmi (EDITING)
  2. salvare un programma scritto (registrarlo in un file in memoria secondaria)
  3. aprire file contenenti programmi giÓ scritti (per visionarne/modificarne il contenuto)
  4. compilare un programma
  5. eseguire un programma, interagendo (per immissione di input e visione di output) in uno schermo di output
  6. seguire l'esecuzione di un programma, passo passo , per trovare errori (logici, di codifica)


La finestra del TurboC mostra:

Cliccando una volta in una finestra la si attiva ed appaiono le barre di scorrimento (scrolling) che permettono di scorrere la finestra cliccando sulle frecce poste agli estremi delle bande.
Le barre di scorrimento si evidenziano quando la finestra non Ŕ sufficientemente grande per mostrare tutto il contenuto.

Le operazioni che possono essere effettuate all'interno dell'ambiente TurboC sono quelle contenute nei vari men¨ a tendina (File Edit ... Help).

In generale per attivare i comandi possono essere usati modi alternativi che fanno uso del mouse o della tastiera.

I men¨ a tendina possono essere aperti

Una volta aperto un men¨ a tendina Ŕ possibile scegliere il comando desiderato in vari modi:

Esercizio:
  1. usando il mouse o i tasti (meglio se provate con entrambe le modalitÓ) selezionare il men¨ Options e in esso l'opzione Environment e successivamente Editor
  2. Si apre una finestra all'interno della quale c'Ŕ un campo "default extension".
  3. Modificare CPP in C e poi premere OK per far chiudere questa finestra.
  4. A questo punto aprire il men¨ Window e scegliere il comando close. In questo modo si chiuderÓ la finestra di edit corrente.
    Notare che nel men¨ affianco a close compare la scritta ALT F3, che sta ad indicare una combinazione di tasti che pu˛ essere utilizzata per eseguire direttamente il comando close.

In generale, alcuni comandi usati frequentemente possono essere eseguiti mediante delle combinazioni di tasti, alcune delle quali sono elencate nell'ultima riga della finestra del TurboC, mentre altre sono indicate a fianco dei corrispondenti comandi nei men¨ a tendina.

indice

2. SCRITTURA DI UN PROGRAMMA

Una volta entrati nell'ambiente TurboC, siamo pronti per impostare un primo programma.

Dal men¨ File scegliere open per aprire un nuovo file. Ci si trova in una finestra intitolata "NONAME00.C".
Questa Ŕ la "finestra di EDIT" in cui scriviamo il nostro programma.

#include <stdio.h>

int main (void)
{
  int a, b, c, max;

  printf("Introdurre tre numeri interi\n")
  scanf("%d%d%d", &a, &b, &c);
  max = a;
  if (b > max) max = b;
  if (c > max) max = c;
  printf("Il massimo tra %d %d %d Ŕ %d\n", a, b, c, max);
  return 0;
}

Provate a copiare il programma, esattamente come Ŕ riportato sopra (esattamente, ossia carattere per carattere) sapendo che per correggere eventuali errori di scrittura potete cancellare quel che avete scritto come segue:

In alternativa si pu˛ usare il tasto "backspace" (tasto largo , posizionato sopra al tasto Invio ), posizionandosi (come fatto sopra) sul carattere successivo a quelli da cancellare.

indice

3. SALVATAGGIO, COMPILAZIONE ED ESECUZIONE DEL PROGRAMMA

  1. Salvataggio del programma visualizzato nella finestra di EDIT

    Finora abbiamo solo immesso il programma nella memoria RAM, cioŔ in una memoria che viene azzerata ogni volta che il calcolatore viene spento. Per trasferire il contenuto della finestra di edit nella memoria secondaria (in un file con un dato nome) dobbiamo usare il comando Save oppure Save As del men¨ File.
    In particolare vogliamo salvare il file sul disketto (A:).

    Procedere come segue

    1. "aprire" il men¨ File (per esempio premendo contemporaneamente Alt e F);
    2. selezionare il comando Save As, (usando ancora i tasti freccia e premendo Invio);
    3. impostare un nome da assegnare al programma su disco: sarÓ un nome completo di un file destinato a stare sul floppy disk dell'unitÓ A:, ad esempio A:PRIMO.C e premere Invio.

    Ricordare che se, dopo qualche correzione, vorremo salvare di nuovo il programma nel file PRIMO.C del disco A:, basterÓ eseguire il comando Save.

  2. Compilazione del programma visualizzato nella finestra di EDIT

    Procedere come segue:

    1. selezionare il men¨ Compile ;
    2. selezionare il comando compile (stesso nome del men¨;

    Se il programma Ŕ corretto appare il messaggio "Success: press any key ", altrimenti pu˛ comparire un messaggio di errore "errors: press any key ", e il cursore si posiziona sull'istruzione che ha causato l'errore, o su una delle successive.
    (Il programma contiene un errore, manca un ; dopo interi\n)).
    Una volta individuato l'errore, si pu˛ correggerlo (riscrivendo sul programma, come descritto precedentemente) e poi ripetere loperazione di compilazione.

    N.B. Quando compare un messaggio di errore, se si vogliono maggiori spiegazioni su tale errore si pu˛ premere F1.
    Dopo bisogna premere ESC per tornare nella finestra di edit (cioŔ sul testo del programma)

    Quando la compilazione ha avuto successo, si pu˛ eseguire il programma.

  3. Esecuzione del programma visualizzato nella finestra di EDIT e compilato

    Procedere come segue:

    1. selezionare il men¨ Run;
    2. selezionare il comando Run (stesso nome del men¨) e premere Invio;

    Il programma richiederÓ l'inserimento di tre numeri, che imposterete sulla tastiera confermando con Invio, quindi visualizzerÓ il massimo tra questi tre numeri.

    L'esecuzione del programma appare a tutto schermo, su quello che si chiama "User Screen".
    Lo User Screen rimane visibile solo durante l'esecuzione del programma, perci˛ nel nostro esempio scompare subito (facendo riapparire la finestra di edit).

    Traccia dell'output del programma Ŕ rimasta nella finestra di output (se era visibile).
    Se non era visibile la si pu˛ attivare eseguendo il comando Output del men¨ Window

    Procedere come segue:

    1. selezionare il men¨ Window
    2. selezionare Output, e premere Invio

    ApparirÓ lo schermo con i dati di input/output del programma Si possono usare le barre di scorrimento (scroll) per vederne il contenuto.

    Invece, per visualizzare lo User Screen a tutto schermo si deve selezionare il comando User screen dal men¨ Window.
    Poi si torna all'ambiente TC premendo Invio.

    Quando ci sono pi¨ fineste aperte sullo schermo, il loro posizionamento e la loro visibilitÓ sono governati mediante i comandi del men¨ Window.
    In particolare il comando Tile dispone tutte le finestre aperte sullo schermo, mentre il comando Next rende attive in successione tutte le finestre aperte.

    Provate ad eseguire il programma per diversi dati di input e a valutare gli output conseguenti.

indice

4. ESECUZIONE PASSO-PASSO

Un programma TurboC pu˛ essere eseguito una linea alla volta, premendo ripetutamente il tasto F7 oppure il tasto F8,che corrispondono ai comandi Trace e Step del men¨ Run (le differenze tra F7 e F8 non sono importanti per ora).

La linea che sta per essere eseguita sarÓ evidenziata con un colore diverso nel testo.

Provare ad eseguire passo-passo il programma fatto prima.

Eseguendo le istruzioni di lettura il programma

  1. passa allo schermo di esecuzione (user screen);
  2. attende i dati da leggere (perci˛ si devono inserire tre interi e premere Invio);
  3. torna a mostrare le istruzioni del programma.

indice

5. USCITA DAL TURBO C

Terminato il lavoro potete utilizzare di nuovo il men¨ File per uscire dall'ambiente TurboC: Ŕ sufficiente selezionare il comando Quit, oppure utilizzando la combinazione di tasti ALT e X.
Se il programma che si trova nella finestra di edit Ŕ stato modificato dopo l'ultima volta che l'avete salvato, vi verrÓ richiesto se volete salvare (premendo il tasto Y) o no (premendo il tasto N) le ultime modifiche.

indice

6. RIENTRO E RIESECUZIONE DEL PROGRAMMA

╚ possibile a questo punto rientrare nel TurboC, e caricare di nuovo lo stesso programma dal disco, eseguendo il comando Open nel men¨ File.
Ovviamente Ŕ necessario impostare (digitandolo) il nome assegnato precedentemente al programma (cioŔ il nome del file in cui il programma era stato salvato con il comando Save).